Notice
  • Informativa Cookie Policy

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per ottimizzare la navigazione, per l'autenticazione e altre funzioni occasionali come inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Utilizzando questo sito, navigando o cliccando sul pulsante di Approvazione acconsenti all'applicazione dei cookies sul tuo dispositivo.

    Visualizza Informativa Cookie

Home Sacramentali
I Sacramentali - Le esequie cristiane - Benedizioni particolari
 

Risposta alle domande più frequenti

 

- Che cosa sono i Sacramentali?
Sono segni sacri istituiti dalla Chiesa, per mezzo dei quali vengono santificate alcune circostanze della vita. Essi comportano una preghiera accompagnata dal segno della croce e da altri segni. Fra i Sacramentali, occupano un posto importante le benedizioni, che sono una lode di Dio e una preghiera per ottenere i suoi doni, le consacrazioni di persone e le dedicazioni di cose al culto di Dio.

-2 Che cos’è un esorcismo?
Si ha un esorcismo quando la Chiesa domanda con la sua autorità, in nome di Gesù, che una persona o un oggetto sia protetto contro l’influsso del Maligno e sottratto al suo dominio. Viene praticato in forma ordinaria nel rito del Battesimo. L’esorcismo solenne, chiamato il grande esorcismo, può essere effettuato solo da un presbitero autorizzato dal Vescovo.

- Quali forme di pietà popolare accompagnano la vita sacramentale della Chiesa?
Il senso religioso del popolo cristiano ha sempre trovato diverse espressioni nelle varie forme di pietà che accompagnano la vita sacramentale della Chiesa, quali la venerazione delle reliquie, le visite ai santuari, i pellegrinaggi, le processioni, la «Via crucis », il Rosario. La Chiesa con la luce della fede illumina e favorisce le forme autentiche di pietà popolare.

Le esequie cristiane

- Quale rapporto esiste tra i Sacramenti e la morte del cristiano?
Il cristiano che muore in Cristo giunge, al termine della sua esistenza terrena, al compimento della nuova vita iniziata con il Battesimo, rafforzata dalla Confermazione e nutrita dall’Eucaristia, anticipazione del banchetto celeste. Il senso della morte del cristiano si manifesta alla luce della Morte e della Risurrezione di Cristo, nostra unica speranza; il cristiano che muore in Cristo Gesù, va ad «abitare presso il Signore» (2 Cor 5,8).

- Che cosa esprimono le esequie?
Le esequie, pur celebrandosi secondo differenti riti rispondenti alle situazioni e alle tradizioni delle singole regioni, esprimono il carattere pasquale della morte cristiana nella speranza della risurrezione, e il senso della comunione con il defunto particolarmente mediante la preghiera per la purificazione della sua anima.

- Quali sono i momenti principali delle esequie?
Solitamente le esequie comprendono quattro momenti principali: l’accoglienza della salma da parte della Comunità con parole di conforto e di speranza, la liturgia della Parola, il sacrificio eucaristico e «l’addio », col quale l’anima del defunto viene affidata a Dio, fonte di vita eterna, mentre il suo corpo viene sepolto in attesa della risurrezione.

- Come può esprimere la vicinanza e la fraternità la Comunità cristiana verso i parenti in lutto?
Solitamente, dietro proposta dei parenti, viene recitato il S. Rosario nella casa, accanto alla salma del defunto, o ci si riunisce tutti nella chiesa parrocchiale partecipando ad una veglia propria di preghiera.

- Come si svolge, ordinariamente, il funerale nelle nostre parrocchie?
Ci sono due modi di accogliere o accompagnare il defunto.
Il primo è quando i parenti stessi chiedono il corteo funebre dalla casa del defunto alla chiesa parrocchiale.
Il secondo è quando, essendo il defunto morto all’ospedale, la salma viene portata e accolta direttamente in chiesa.

- Come partecipare pienamente al Rito di Suffragio quando viene celebrata l’Eucaristia?
E’ cosa veramente buona unirsi anche alla S. Comunione (ben preparata) in modo tale da rendere più partecipato ed efficace il Santo Sacrificio della Messa. E’ questo il desiderio dei nostri cari defunti!

Altre benedizioni particolari

Il libro del Benedizionale suggerisce altre benedizioni molto opportune da conoscersi, richiedere e celebrare.

- La Benedizione speciale di una madre prima del parto.

- La Benedizione particolare degli anziani, nella Comunità o nelle case di riposo (magari con la Celebrazione del Sacramento dell’Unzione con l’olio Santo).

- La Benedizione dei propri figli che può competere ai genitori stessi.

- La Benedizione dei coniugi nei principali anniversari quali il 25°, il 50°, il 60° di matrimonio.

- La Benedizione della nuova casa specialmente all’entrata della nuova coppia di sposi che vi abiteranno.

 

Commento al vangelo e foglio settimanale

1 dicembre 2019

Commento al Vangelo

Foglio settimanale
http://www.libreriadelsanto.it